PRINCIPI GENERALI DEI LAVORI IN ALTEZZA

PROMEMORIA: La protezione individuale è utilizzata solo quando la protezione colletiva non può essere installata su un sito oppure quando l'intervento avviene una tamtum e prevede una durata limitata.

La protezione individuale contro i rischi di caduta dall'alto presenta la particolarità di richiederetre componenti inseparabili:

  • La presa del corpo;
  • Il collegamento anticaduta;
  • Il sistema di ancoraggio.

Secondo le configurazioni di lavoro in altezza sono utilizzati diversi metodi di lavoro e quindi diversi tipi di attrezzature.

IL MANTENIMENTO SUL LAVORO: Lo scopo di questo metodo di lavoro è di impedire al lavoratore di accedere a una zona in cui incorrerebbe nel rischio di caduta dall'alto.

Attrezzature di base da utilizzare: Imbracatura o cintura di mantenimento sul lavoro + cordino + Ancoraggio

Norme di riferimento: EN361 ; EN358 ; EN354 ; EN795 ; EN362 ecc.

 

IL POSIZIONAMENTO SUL LAVORO: Lo scopo di questo metodo è di permettere al lavoratore di muoversi liberamente e in tutta sicurezza e di restare in posizione pur avendo le mani le mani llibere per svolgere l'attività richiesta (ad esempio su un traliccio). In una situazione di lavoro simile è importante distinguere se sussiste il rischio di caduta o meno. Se sussiste, l'attrezzatura base per il posizionamento sul lavoro dovrà essere abbinata a una protezione anticaduta.

Attrezzature di base da utilizzare: Imbracatura con cintura o cintura di posizionamento sul lavoro + cordino di posizionamento sul lavoro + Ancoraggio

Norme di riferimento: EN361 ; EN358 ; EN795 ; EN362 ecc.

 

IL DISPOSITIVO ANTICADUTA: Lo scopo di questo metodo di lavoro è di trattenere il lavoratore durante la caduta e di tenerlo sospeso nelle migliori condizioni prima dell'arrivo dei soccorsi.
Un sistema efficace di arresto delle cadute deve permettere di ridurre al massimo l'altezza di caduta, di assorbire il più possibile l'energia per attenuare gli effetti trasmessi al corpo umano e di mantenere la persona sospesa, pur riducendo al massimo gli effetti dovuti alla posizione inerte (o meno) della persona imbracata.

Attrezzatura di base da utilizzare: Imbracatura anticaduta + dispositivo anticaduta + punto di ancoraggio.

Norme di riferimento: EN361 ; EN353-1, EN 353-2 ; EN355 ; EN360 ; EN795 ; EN362 ecc.

IL LAVORO IN SPAZIO CONFINATO: Lo scopo di questo metodo di lavoro è di permettere al lavoratore di entrare in serbatoi, fognature, sili, ecc. e di poter essere recuperato in qualsiasi momentodall'alto. Per questo tipo di lavoro è quindi necessario che un'altra persona rimanga disponibile per effetuare l'intervento.

Attrezzature di base da utilizzare: Imbracatura anticaduta + sistema di collegamento + sistema di recupero + punto di ancoraggio (treppiede, braccio,ecc.)

Norme di riferimento: EN361 ; EN360+EN1496 ; EN795 ; EN362 ecc.

IL SALVATAGGIO E L'EVACUAZIONE: Questa tecnica d'intervento utilizzata in caso di emergenza è certamente quella più sensibile.L'intervento puo' essere realizzato dall'utilizzatore stesso se è cosciente e se ha le attrezzature necessarie per la sua autoevacuazione oppure da uno soccorritore. In quest'ultimo caso è necessario riuscire ad accedere alla vittima, staccarla in tutta sicurezza ed evacuarla dall'alto o dal basso.

Attrezzature di base da utilizzare: Imbracatura anticaduta completa + Sistema anticadut + Sistema di salvataggio + Punto di ancoraggio.

Norme di riferimento: EN361; EN1496; EN1498; EN341; EN1865; EN795; EN362 ecc.

ACCESSO SU FUNE: Questa tecnica di progessione su fune deve essere utilizzata solo quando non è possibile impiegare i metodi di accesso tradizionali. Le attrezzature di base per l'accesso su fune devono essereabbinate a un sistema anticaduta.

Attrezzature di base da utilizzare: Imbracatura anticaduta completa + Sistema di progressione + Punto di ancoraggio.

Norme di riferimento: EN361 ; EN358 ; EN 813 ; EN341 ; EN567 ; EN12841 ; EN12278; EN795 ; EN362 ecc.

A prescindere della tecnica di lavoro utilizzata, per garantire una sicurezza ottimale, l'utilizzatore deve essere appositamente formato e addestrato e deve tenersi informato sull'evoluzione delle tecniche e delle normative vigenti.